Otite media cronica semplice e colesteatoma

L'Otite media cronica è un'infezione cronica a carico dell'Orecchio medio. La presenza o meno dei sintomi dell'Otite è in relazione alla fase (attiva o meno) della malattia, ad un eventuale interessamento dell'osso mastoideo e alla presenza o meno di una perforazione timpanica.

Il prof. Mario Sanna spiega che cosa è il colesteatoma

I sintomi di accompagnamento della fase attiva dell'Otite possono essere l'otorrea (fuoriuscita di materiale dall'orecchio talvolta maleodorante), un'ipoacusia (diminuzione dell'udito), acufeni (ronzii, fischi, pulsazioni), vertigini, dolori e raramente paralisi del Nervo Facciale.

I tipi di Otite Media sono l’Otite Media Acuta, l’Otite Media con Effusione (conosciuta anche come Otite Siero-Mucosa), l’Otite Media Cronica Suppurativa e l’Otite Media Adesiva. Nei bambini, l’Otite Media Acuta, l’Otite Media con Effusione sono più comuni mentre l’Otite Media Cronica Suppurativa è più frequente negli adulti.

COLESTEATOMA

Una forma particolare di Otite cronica è il Colesteatoma, che consiste in una cisti di pelle desquamata che si accumula nell'orecchio medio e nella Mastoide, con tendenza espansiva e distruttiva sulle strutture circostanti. Tale cisti, se non asportata, continua a crescere distruggendo le strutture circostanti (in ordine: gli ossicini, l'orecchio interno, il nervo facciale, fino al coinvolgimento delle meningi e del cervello).

Esistono due tipi: congenito ed acquisito. Il Colesteatoma acquisito, che rappresenta la forma più comune, può essere causato da un’ alterazione patologica della Membrana Timpanica con tendenza all’accumulo di cheratina all’ interno dell’ Orecchio Medio. Più raramente la patologia può essere causata da un’ anomalia di sviluppo delle strutture dell’ orecchio; in questo caso il Colesteatoma si sviluppa dalla nascita sottoforma di una cisti cheratinica retro-timpanica.

Il trattamento del Colesteatoma e di alcune forme di Otite media cronica è chirurgico.

 

Per saperne di più